Curiosità: la saliera per ogni commensale

Questa immagine è tratta dal libro fotografico “Valentino. At the emperor’s table”, un meraviglioso excursus per immagini delle leggendarie mise en place dello stilista Valentino Garavani. Da sempre cultore dell’arte della tavola e del ricevere, Valentino vanta, nelle sue case in giro per il mondo, pezzi antichi e pregiatissimi, vere e proprie rarità da museo con cui ama decorare le tavole intorno cui riunisce i suoi ospiti.

Ma perché, fra le tante, vi propongo proprio questa foto? Perché qui si nota bene una piccola chicca che il galateo raccomanderebbe ma che ormai non si usa più.
Secondo le regole di bon ton, infatti, il padrone o la padrona di casa dovrebbero predisporre una piccola saliera davanti ad ogni coperto o al limite una ogni due, a metà tra un coperto e l’altro. Questo perché, sempre secondo il galateo, sarebbe sconveniente per l’ospite chiedere di avere il sale, poiché ciò potrebbe voler dire che la pietanza cucinata dalla padrona di casa è insipida, col conseguente rischio di offendere la signora, mettendo in discussione le sue abilità culinarie. In questo modo, anche se ci dovesse essere qualcuno che pensa che il piatto che sta degustando è insipido, può benissimo servirsi da solo e aggiungere del sale. E così l’autostima e l’onore della padrona di casa sono salvi. Parafrasando un celebre proverbio: orecchio non sente ” scusa, mi passi il sale?”, cuore non duole!
Ovviamente è una regola ormai vetusta e superata, se non in contesti estremamente formali (o con padrone di casa particolarmente permalose 😂) , però è una curiosità “sfiziosa” da sapere, non trovate?

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: